John Fante, La confraternita del Chianti

Poi accadde. Una sera, mentre la pioggia batteva sul tetto spiovente della cucina, un grande spirito scivolò per sempre nella mia vita.

da un post su FB di Paolo Nori

Reggevo il suo libro tra le mani e tremavo mentre mi parlava dell’uomo e del mondo, d’amore e di saggezza, di delitto e di castigo, e capii che non sarei mai più stato lo stesso. Il suo nome era Fëdor Michajlovič Dostoevskij. Ne sapeva più lui di padri e figli di padri e figli di qualsiasi altro uomo al mondo. e così di fratelli e sorelle, di preti e mascalzoni, di colpa e di innocenza. Dostoevskij mi cambiò. L’idiota, I demoni, I fratelli Karamazov, Il giocatore. Mi rivoltò come un guanto. Capii che potevo respirare, potevo vedere orizzonti invisibili. L’odio per mio padre si sciolse. Amavo mio padre, povero disgraziato sofferente e perseguitato. Amavo anche mia madre, e tutta la mia famiglia. Era tempo di diventare uomo, di lasciare San Elmo e andarmene nel mondo Volevo pensare e sentirmi come Dostoevskij. Volevo scrivere.

dall’edizione, Marcos y Marcos, Milano, 1995, p. 71 
traduzione di Francesco Durante


Immagine dall’articolo di Jim Fante “Nella casa del padre”, da Avvenire, 23 agosto 2018
www.johnfante.org

11 risposte a "John Fante, La confraternita del Chianti"

Add yours

  1. un pugno di romanzi imperdibili, eppure una strana sensazione minore di avere a che fare con materia di alta serie B, understatement letterario, senso d’incompiuto, di non detto, di ach!, se avessi osato, quella volta, Bandini. lo adoro.

    Piace a 1 persona

    1. Senza vango alcuno, ho letto l’opera omnia. E quanto mi manca di averla finita!
      Il tuo commento mi farà riflettere, perché invece io lo considero un Grande della Letteratura americana.
      Certo, sono molto più noti i vari Bellow, DeLillo, Roth.
      Chissà cosa penseresti di Flannery O’Connor, o di William Saroyan…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: