Top 10 dei libri che non si riescono a finire

Qual è il libro che non siete mai riusciti a finire? Abbiamo pubblicato la domanda sui social e hanno risposto oltre tremila persone. Ecco la classifica.

da un articolo di Hélène Combis
France Culture, 16 ottobre 2017

Non necessariamente c’è un nesso tra la difficoltà a leggere un libro e il suo “spessore“. Tuttavia, la rentrée letteraria di questi grossi volumi ha ispirato il nostro sondaggio, quindi ecco l’elenco di quelli che detengono il primato di noia, complessità o disagio… Dall’Ulisse di Joyce al Voyage au bout de la nuit [in italiano tradotto con Viaggio al termine della notte, titolo molto controverso, NdT] di Céline.


1. “Ulysse”, di James Joyce

Il primato del libro più difficile da finire va decisamente all’Ulysse di Joyce. Se questo può essere fonte di scrupoli da parte di qualcuno, c’è da tener presente che, all’epoca della sua pubblicazione nel 1922, la stessa Virginia Woolf lo aveva giudicato molto male.

Marilyn Monroe intenta nella lettura dell’Ulisse

2. “Le Benevole”, di Jonathan Littell

Medaglia d’argento per Le Benevole, premio Goncourt 2006, che – stando alle testimonianze – ha provocato disgusto in molte persone, specialmente a causa della voce narrante (un ex membro delle SS), difficile da digerire.


3. “Alla ricerca del tempo perduto”, di Marcel Proust

In terza posizione, senza sorpresa, Marcel Proust, conosciuto in tutto il mondo per le sue frasi interminabili e la sua opera-cattedrale À la recherche du temps perdu. Ricordiamo che nel 1913 Gallimard aveva inizialmente rifiutato di pubblicare Dalla parte di Swann.


4. “Il Signore degli anelli”, di J. R. R. Tolkien

Anche la trilogia di Tolkien (1954-1955) ha riscosso numerosi insuccessi! In molti non sono riusciti a superare il lungo preambolo dedicato alle usanze degli Hobbit. Tolkien, lo si ama oppure no. Ma bisogna riconoscere la prodigiosa inventiva dello scrittore, capace di creare un intero universo, con la sua particolare geografia e i suoi singolari linguaggi. Nel 1985 France Culture si è occupata delle sue ispirazioni, dal poema anglosassone Béowulf fino alle leggende celtiche


5. “Bella del Signore”, di Albert Cohen

Il romanzo fiume dell’autore svizzero francofono, pubblicato nel 1968 che, comunque, era stato definito “capolavoro assoluto” dallo scrittore Joseph Kessel.


6. “L’uomo senza qualità”, di Robert Musil

Pubblicato nel 1932, il romanzo incompiuto dello scrittore austriaco ha comunque raccolto consenso. Milleottocento pagine, con personaggi ambivalenti alla ricerca di equilibrio in un mondo in pieno cambiamento.


7. “Il Rosso e il Nero”, di Stendhal

Secondo lo scrittore britannico William Somerset Maugham è tra i dieci più grandi romanzi mai scritti, eppure questo classico fatica a farsi leggere.

Una copertina italiana e una riproduzione fotografica della prima edizione francese, del 1831.

8. “Madame Bovary”, di Gustave Flaubert

Non poteva non essere incluso nella top 10! Bisogna dire che Flaubert ce l’ha messa tutta: scrivendo questo romanzo nel 1856, il suo obiettivo era “faire un livre sur rien“. Noi abbiamo dedicato un articolo sul modo in cui aveva rivoluzionato la scrittura con questo libro: quando fu pubblicato, inizialmente colpì per lo stile, e l’anno dopo fu giudicato licenzioso.


9. “Cent’anni di solitudine”, di Gabriel Garcia Marquez

Troppi personaggi! La grande opera, pubblicata nel 1967, del vincitore del Nobel per la letteratura nel 1982, ha scoraggiato molti lettori. Dopo tutto può darsi che ci si possa accontentare della prima frase del libro, conosciuta come uno degli incipit più celebri della letteratura: “Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendía si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio”.


10. “Viaggio al termine della notte”, di Louis-Ferdinand Céline

In francese, Voyage au bout de la nuit si presta facilmente al gioco di parole Voyage au bout de l’ennui
[… della noia, NdT], ma in molti ci hanno provato. Nel 1932, Céline assicurava l’editore Gaston Gallimard che il suo romanzo sarebbe stato “pane per un secolo intero di letteratura“!

23 risposte a "Top 10 dei libri che non si riescono a finire"

Add yours

        1. Ma chi se lo sciroppa? Me lo ha regalato una che non conoscevo neanche tanto bene, ma siccome era tanto piaciuto a lei ha “deciso” che doveva piacere anche a me. È difficile regalare i libri: se è il libro giusto, magari lo ha già, altrimenti si rischia di essere invadenti con i propri gusti. Si può fare solo con persone che si conoscono molto bene e con le quali si è parlato spesso di libri, ci sono stati scambi, prestiti, consigli andati a buon segno…

          "Mi piace"

          1. ci vuole un minimo di “confidenza” quando si parla di libri
            quando mi chiedono un consiglio su cosa leggere prima di tutto cerco di valutare in base alla persona che me lo chiede.

            Piace a 1 persona

  1. Per quanto mi riguarda il primo, il secondo è il settimo, tutti e tre vi ho provato a leggerli ma più di tanto non sono 4iuscita ad andare avanti!!! Sono rimasta molto male per “Il Rosso e il Nero”, di Stendhal non me lo aspettavo che m8 risultasse essere così pesante 😌 Buona serata 😉

    Piace a 1 persona

    1. Io col primo, il terzo e il quarto (che non mi interessava), non ci ho neanche provato.
      Il secondo e il quinto neanche li avevo mai sentiti nominare.
      Gli altri, invece, me li sono goduti e, nel caso di Bovary e del Rosso e il Nero, anche riletti.

      Piace a 1 persona

  2. Di solito non abbandono i libri a metà ma a volte succede, se proprio non ne posso più. Il primo fu Walden, di Thoreau. Poi American Psycho. E Sorgo Rosso, di un cinese che non ricordo assolutamente 🤦🏼‍♀️

    "Mi piace"

  3. Tutto ciò che riguarda il signore degli anelli ho comprato il primo libro e non l’ho finito non ci riesco per quanto siano entusiasmanti per sentito dire io non riesco a leggere questi libri… E nemmeno riesco a vedere i film.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: