A Londra rinvenuto un mosaico romano intatto

Londra. Durante uno scavo a Southwark, vicino alla torre Shard di Renzo Piano, è apparso un pavimento del II-III secolo d.C, il più grande mosaico scoperto nella capitale britannica negli ultimi 50 anni.

da BBC NEWS
notizia non datata

Immagini, dove non diversamente indicato: MOLA/ANDY CHOPPIN

Southwark, City Hall, Shard, London Bridge
Carlos Delgado, commons.wikimedia.org

I due pannelli riccamente decorati presentano fiori colorati, modelli geometrici e motivi elaborati in uno stile unico per la capitale.
Si ritiene che facessero parte del pavimento di una sala da pranzo romana.
La scoperta da parte del Museum of London Archaeology (MOLA) è avvenuta durante dei lavori di scavo per un progetto di costruzione e rigenerazione nei pressi della torre Shard a Southwark, in particolare del progetto Liberty of Southwark, che coinvolgerà abitazioni, uffici, negozi e ristoranti.

La responsabile del sito per il MOLA, Antonietta Lerz, ha dichiarato: “Questa è una delle scoperte che capitano una volta nella vita a Londra. È stato un privilegio lavorare su un sito così grande dove l’archeologia romana è in gran parte indisturbata dalle attività successive. Quando i primi lampi di colori hanno iniziato a emergere dal suolo, tutti eravamo molto emozionati”.

Il più grande dei due pannelli mostra grossi fiori colorati circondati da bande di elementi intrecciati, motivo noto come guilloche (arabescato, NdT). Ci sono anche fiori di loto e numerosi e diversi elementi geometrici, tra i quali il “nodo di Salomone”, fatto di due nodi intrecciati.
L’archeologo esperto in mosaici romani Dr David Neal ha attribuito questo disegno al “gruppo dell’Acanto”, mosaicisti attivi a Londra che svilupparono un loro stile locale unico.

Miniatura (probabilmente del XIV sec.): sfondo costituito con tendaggio o finta tappezzeria con un reticolo di nodi di Gordio

Mentre la data del mosaico più grande può risalire al periodo a cavallo tra la fine del II sec. a.C. e l’inizio del III, le tracce di un mosaico precedente al di sotto di quello attualmente visibile mostrano che la stanza subì degli ammodernamenti nel corso degli anni.
Il sito è nei dintorni della Londinium romana, un’area a nord del Tamigi che corrisponde approssimativamente alla moderna City of London.

Un portavoce del MOLA ha aggiunto che la stanza dove si trovava avrebbe contenuto divani per i pasti, dove le persone si sarebbero adagiate mangiare e avrebbe potuto far parte di una mansio romana, una stazione di posta di alto livello per i corrieri e i funzionari statali in viaggio da o verso Londra.

I mosaici saranno attentamente catalogati e valutati da una squadra di esperti conservatori prima di essere trasportati via dal sito per consentire lavori di conservazione più dettagliati. Sono attualmente in fase di studio i piani futuri per l’esposizione al pubblico

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: