La rivoluzione con la pipì

Gotland, l’isola più grande della Svezia l’acqua corrente scarseggia e i cittadini si battono contro l’inquinamento derivante dall’agricoltura e sistemi di smaltimento che causano crescita di alghe nel vicino Mar Baltico con effetti sulla fauna ittica e la salute delle persone.

da uno studio di Chelsea Wald
Nature, 9 febbraio 2022

Immagine: MAK/Georg Mayer/EOOS NEXT

Da sinistra: fertilizzazione dell’orzo con minerali; piante non fertilizzate; fertilizzazione con urina.
Credit: Jenna Senecal


Per prevenire queste minacce ambientali, l’isola sta puntando sull’urina, l’unica e improbabile sostanza che accomuna gli abitanti.
A partire dal 2021, una squadra di ricercatori ha iniziato una collaborazione col fornitore locale di gabinetti mobili. L’obiettivo è quello di raccogliere 70.000 litri di urina in tre anni dai gabinetti a secco o da quelli speciali, posizionati in vari luoghi nel corso della stagione turistica.
La squadra viene dalla Swedish University of Agricultural Sciences (SLU) di Uppsala, che ha creato una società chiamata Sanitation360. Il processo sviluppato dai ricercatori si propone di trasformare l’urina in blocchi simili al cemento che poi vengono polverizzati, ottenendo fertilizzante per la coltivazione dell’orzo che sarà utilizzato dai birrifici, consentendo di ricominciare il ciclo.
Il progetto, nelle intenzioni, sarà realizzato su larga scala, per offrire un modello che altre aree limitrofe possano emulare.

Prototipo in via di sperimentazione. VA SYD, Swedish public water and wastewater utility, Malmö. Credit: EOOS NEXT

Questa pratica è oggetto di studio, tra gli altri, anche negli Stati Uniti, in Australia, Svizzera e Sudafrica. In Oregon e nei Paesi Bassi, i gabinetti a secco sono collegati a dei sistemi di trattamento posti sotto. A Parigi si pensa di installare questi gabinetti in un quartiere ecologico di mille persone che verrà costruito nel XIV distretto della città. L’Agenzia Spaziale Europea prevede di installarne 80 nella sua sede di Parigi, che saranno in funzione verso la fine di quest’anno. Secondo i ricercatori, questo sistema potrebbe funzionare nei campi militari temporanei, negli accampamenti per rifugiati, in centri urbani ricchi così come nelle baraccopoli.

Gli scienziati sostengono quest’idea per motivi ambientali e per i benefici sulla salute delle persone in tutto il mondo. In parte, per il motivo che l’urina è ricca di nutrienti


Il resto, per chi ne ha voglia, è leggibile qui.



Nature 602, 202-206 (2022)

doi: https://doi.org/10.1038/d41586-022-00338-6

Related: The secret history of ancient toilets

References

  1. Hilton, S. P., Keoleian, G. A., Daigger, G. T., Zhou, B. & Love, N. G. Environ. Sci. Technol. 55, 593–603 (2021).PubMed Article Google Scholar 
  2. Sutherland, C. et al. Perceptions on Emptying of Urine Diverting Dehydration Toilets. Phase 2: Post eThekwini Municipality UDDT Emptying Programme (Univ. KwaZulu-Natal, 2018).Google Scholar 
  3. Mkhize, N., Taylor, M., Udert, K. M., Gounden, T. G. & Buckley, C. A. J. Water Sanit. Hyg. Dev. 7, 111–120 (2017).PubMed Article Google Scholar 
  4. Mazzei, L., Cianci, M., Benini, S. & Ciurli, S. Angew. Chem. Int. Edn Engl. 58, 7415–7419 (2019).Article Google Scholar 
  5. Noe-Hays, A., Homeyer, R. J., Davis, A. P. & Love, N. G. ACS EST Engg. https://doi.org/10.1021/acsestengg.1c00271 (2021).Article Google Scholar 
  6. Clark, B. & Tarpeh, W. A. Chem. Eur. J. 26, 10099–10112 (2020).PubMed Article Google Scholar 
  7. Simha, P. et al. Sci. Total Environ. 765, 144438 (2021).PubMed Article Google Scholar 

Download references

3 risposte a "La rivoluzione con la pipì"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: