Alighiero Boetti in 10 opere

Dalle mappe agli arazzi, passando per le opere di arte povera e le lettere: un piccolo compendio sui lavori dell’artista torinese morto nel 1994.

da un articolo di Giulia Giaume
Artribune, 15 dicembre 2021

Immagine: www.archivioalighieroboetti.it

Il 16 dicembre del 1940 il genio torinese nacque da una famiglia del Monferrato nobile e decaduta. Una vita avventurosa e anticonformista, se pure breve, la sua, che raggiunse da autodidatta il rango di artista di spicco dell’Arte Povera alla fine degli anni ’60, aderendo insieme ai compagni al rifiuto della grandeur dei dipinti a olio e delle statue in marmo per lavorare con materiali quotidiani e organici come l’ardesia, la cera, il legno e il feltro. Allontanatosi dall’Arte Povera, e dall’Italia, si è avvicinato nel corso della sua vita, fino alla morte nel 1994, a diverse discipline dalla musica alla matematica, dalla filosofia all’esoterismo, dando vita a un corpus di opere molto elaborato. Eccone dieci per ripercorrere le tappe cruciali della sua vita.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: