Goodbye Yellow Brick Road

“Yellow Brick Road” è un’immagine tratta da Il mago di Oz: nel film, Dorothy e i suoi amici seguono la strada di mattoni gialli per cercare il Mago.

da songfacts.com

[Verse 1]
When are you gonna come down?
When are you going to land?
I should have stayed on the farm
I should have listened to my old man
You know you can’t hold me forever
I didn’t sign up with you
I’m not a present for your friends to open
This boy’s too young to be singing the blues

[Refrain]
Ah, ah-ah, ah-ah
Ah-ah-ah, ah

[Chorus]
So goodbye yellow brick road
Where the dogs of society howl
You can’t plant me in your penthouse
I’m going back to my plough
Back to the howling old owl in the woods
Hunting the horny-back toad
Oh, I’ve finally decided my future lies
Beyond the yellow brick road

[Refrain]
Ah, ah-ah, ah-ah
Ah-ah-ah, ah


[Verse 2]
What do you think you’ll do, then?
I bet they’ll shoot down the plane
It’ll take you a couple of vodka and tonics
To set you on your feet again
Maybe you’ll get a replacement
There’s plenty like me to be found
Mongrels who ain’t got a penny
Sniffing for tidbits like you on the ground

[Refrain]
Ah, ah-ah, ah-ah
Ah-ah-ah, ah


[Chorus]
So goodbye yellow brick road
Where the dogs of society howl
You can’t plant me in your penthouse
I’m going back to my plough
Back to the howling old owl in the woods
Hunting the horny-back toad
Oh, I’ve finally decided my future lies
Beyond the yellow brick road

[Refrain]
Ah, ah-ah, ah-ah
Ah-ah-ah, ah

da Genius

***

Elton e il suo autore Bernie Taupin intendevano registrare l’album in Giamaica, ma abbandonarono il progetto perché lo studio non era adeguato. “Goodbye Yellow Brick Road” e il resto dell’album furono registrati in Francia agli Strawberry Studios (The Chateau d’Hierouville).

Bernie Taupin scrisse questo testo, e la maggior parte degli altri brani di Elton, che racconta dell’abbandono di una vita fatta di opulenza per una semplice, in un ambiente rurale.

Della canzone, Taupin disse: “… Ci fu la fase del bisogno di tornare alle origini, e questa canzone è di quel periodo. Non credo di aver mai voltato le spalle al successo o che non lo desiderassi, ma non ero così ingenuo. Penso che stessi solo sperando di trovare un modo di conviverci in un contesto più tranquillo. Forse la mia unica ingenuità fu quella di pensare che questo fosse possibile così presto. C’è voluta molta strada ed esperienza prima di riuscire anche solo ad avvicinarmi a quell’obiettivo, ma grazie a Dio posso affermare che ora sono a casa”

Nel 2008, Ben & Jerry crearono in onore di Elton John un gelato chiamato “Goodbye Yellow Brick Road”, con cioccolata, burro di arachidi e pezzetti di cioccolata bianca, per commemorare il suo primo concerto nel Vermont.

Ben Folds disse alla rivista Rolling Stone, in occasione dell’uscita del numero sui 100 migliori cantanti di tutti i tempi: “Miscelava il suo falsetto e la voce di petto ottenendo effetti veramente fantastici negli anni ’70”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: