Cane in biblioteca

Emblema centrale di un mosaico pavimentale greco-romano (200-100 a.C.) rinvenuto durante la costruzione della nuova biblioteca di Alessandria, in Egitto.

Le tessere sono talmente piccole (1-2 mm di lato) da riuscire a dare un effetto quasi pittorico. Si tratta della tecnica conosciuta nell’antichità come ‘opus vermiculatum’.

via Didatticarte

10 risposte a "Cane in biblioteca"

Add yours

  1. Sarà che sono molto ignorante in materia, sarà che han calcato molto di più la mano sul gatto, nell’antico Egitto e sarà che è dal medioevo/rinascimento che l’iconografia canina si sviluppa maggiormente e viene celebrato l’animale in modo significativo… beh, in pratica mi sono fatto ingannare! 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: