L’Epifania moderna di Warlock

Inno popolare usato nella Chiesa Anglicana durante la stagione liturgica delle festività natalizie e dell’Epifania. Per saperne qualcosa in più…

Il canto fu composto nel 1927 dal compositore gallese Peter Warlock (1894–1930) e trasformato in poesia dal giornalista e poeta Bruce Blunt (1899–1957). I due lo presentarono al concorso annuale dei canti natalizi organizzato dal Daily Telegraph, e vinsero.

Esecutori: The Carice Singers.

Peter Warlock, pseudonimo di Philip Heseltine, fu compositore, critico e curatore, conosciuto per i suoi canti e per le sue esemplari edizioni della musica elisabettiana. Usava il suo vero nome principalmente per la sua attività editoriale e letteraria.


Qualcosa da Wikipedia…

[…] La filosofia compositivo-musicale di Peter Warlock è riassunta benissimo in questa dichiarazione che il compositore rilasciò nel 1926:

“la musica non è né moderna né antica: c’è tuttavia della buona o della cattiva musica, ma la data nella quale fu scritta non ha nessun significato. Le date e i periodi storici hanno senso solo per gli studenti di storia della musica… tutta la musica antica è stata moderna al tempo in cui fu scritta… Tutta la buona musica, di qualsiasi periodo, è senza tempo. È oggi viva e significante come lo fu al tempo nella quale fu scritta…”.

La maggior parte della sua produzione Warlock la rivolse alla musica vocale solistica e corale.
L’influenza della musica popolare, soprattutto celtica e gallese, è fortemente deducibile in moltissimi suoi lavori come evidenti sono i riferimenti allo stile compositivo di Béla Bartók, autore che studiò con particolare interesse. Fu trascrittore e revisore di musica antica. Particolarmente felice fu sempre la scelta, da parte di Warlock, dei testi, tutti sempre di altissimo valore artistico, molti dei quali tratti da opere di autori medioevali.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: