curiosità

di Luciana Riommi

forse è l’idea che non c’è niente da capire
a generare questo pensare infertile
o l’arroganza che crede di sapere
ma non sa quant’è violenta una parola sempre uguale.
nell’artefatto dell’amore, per esempio,
dove amare si scambia con avere,
consumarsi a sazietà.
comunque nel disamore non c’è mai curiosità.


Testo originale

Immagine: Witta Priester. via Didatticarte

(*) Ho conosciuto questa brava poetessa qui, tra i blog, e da oggi – visto che la condivido spesso – è diventata “titolare” di un tag dedicato.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: