Spaghetti alle telline

di Aldo Fabrizi

Immagine da: Roma sparita

Scallate a secco un chilo de telline,
appena che so’ aperte e so’ scolate,
staccatele dar guscio (che buttate)
e dateje tre o quattro sciacquatine.


Friggete l’ajo a fette fine fine
cor foco basso, quanno so’ indorate,
metete le telline e ce schiacciate
un paro d’alicette senza spine.


C’è chi le fa cor sugo; a me me pare
che questa sia ‘na giunta negativa,
perchè je leva quell’odore de mare.


Però p’avè ‘st’odore c’è ‘no scoio,
si nun se pesca a un mijo da la riva
l’odor de mare … puzza de petroio.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: