La forma segue l’emozione

Non molte dimore di Mykonos possono godere della vista del sole che tramonta sull’isola sacra di Delos nel mare Egeo. Villa Mandra in Mykonos by K-Studio.

YATZERARCHITECTURE, 29 aprile 2020

Photography by Claus Brechenmacher and Reiner Baumann.


Quando allo studio di architettura ateniese K-Studio fu commissionato il progetto di una casa di vacanze per una giovane coppia, gli architetti colsero l’opportunità di costruirla in modo che “la forma seguisse l’emozione piuttosto che la funzione”.

Completamente nascosta dalla strada, la casa fu studiata per avere il minimo impatto sul paesaggio naturale: due volumi imbiancati e collegati da una pergola con un ippocastano. In questo modo, le zone private erano separate da quelle comuni, e entrambe avevano una vista libera sul mare.
All’ombra dell’ampia pergola, l’area esterna al centro della casa è fiancheggiata dal soggiorno e dalla cucina in modo da creare un’apparente transizione tra esterni ed interni. Accanto, una piscina.

La giustapposizione tra la robusta consistenza dei muri di pietra costruiti a mano, i volumi lisci e smussati e imbiancati, e la struttura della pergola in bambù evoca il paesaggio naturale circostante. L’uso di materiali naturali si estende anche all’interno, con linee pulite, porte senza mostre e altri orpelli.  Il design, che potrebbe essere definito scandinavo, incontra soprattutto la semplicità cicladica, senza tener conto di riferimenti stilistici.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: