Thelonious S. Monk

Round Midnight, The Giants Of Jazz à Paris, France Musique, 1972.

di Andrea Bianchi, batterista
andreabianchidrummer.com

Nato a New York City, ha iniziato la sua carriera musicale all’inizio della sua vita, perfezionando le sue abilità negli anni ’70. Il destino di Monk fu segnato quando Art Blakey gli diede il suo primo set di batteria all’età di 15 anni e iniziò le lezioni con Max Roach. Dopo essersi guadagnato una reputazione a scuola come rapinatore (e diplomato), il giovane Monk si unì al trio di suo padre Thelonius e andò in tournée con suo padre fino al pensionamento  nel 1975.
Monk si lanciò quindi nella musica che aveva affascinato lui e la sua generazione, l’R & B. In primo luogo ha fatto un tour con un gruppo chiamato Natural Essence e successivamente, insieme a sua sorella Barbara, ha formato la sua band. All’alba degli anni ’80, aveva formato la sua band omonima, che lo presentava alla batteria e alla voce solista occasionale. L’album di debutto del gruppo, House of Music degli anni ’80, presentava numerosi successi inseriti nella classifica R&B di Billboard, tra cui “Bon Bon Vie (Gimme the Good Life)”, con Monk alla voce solista e “Candidate for Love”. I brani raggiunsero il picco rispettivamente al n. 63 e al n. 58, nella UK Singles Chart.
La band ha continuato a pubblicare altri due album nei primi anni ’80, anche se i singoli pubblicati da questi album non andavano bene come quelli al debutto. La band si sciolse poco dopo. Poco dopo la morte di suo padre nel 1982, sua sorella, Barbara, morì di cancro nel 1984. Per onorare l’eredità di suo padre e sostenere gli sforzi dell’educazione, Monk creò il Thelonious Monk Institute of Jazz.

Articolo originale:
https://andreabianchidrummer.com/2020/06/01/i-batteristi-t-s-monk/

Per un approfondimento:
https://www.ilpost.it/2017/10/10/thelonious-monk/

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: