Quei vasi di lacrime

Quei vasi di lacrime
dove li ha versati
il tempo
in quali acque
o arie li ha svuotati
o asciugati del loro
temporale ingombro?
Sì, rode le sue opere,
si nutre
delle sue macerie, sbriciola
ogni moto del cuore che fa nascere
il tempo,
dove sono quelle pene
e quelle gioie
oltre che nella loro perdita?
nel nulla no, nel più profondo essere.


Mario Luzi, da Dottrina dell’estremo principiante, Floriana, in Poesie ultime e ritrovate, a cura di Stefano Verdino, Garzanti.

Lettura di Luigi Maria Corsanico


Musica:
Johan Halvorsen – Passacaglia in sol minore
su un tema di Haendel per violino e viola
Laura Marzadori: violino
Simonide Braconi: viola

Fonte: letturelecturas.home.blog

I commenti sono chiusi.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: