Borges e la poesia

… mi sono accadute varie cose, come a ogni uomo. Ho trovato gioia in molte di esse, nel nuotare, nello scrivere, nel guardare un’alba o un tramonto, nell’innamorarmi e così via.

Ma, in qualche modo, il fatto centrale della mia vita è stata l’esistenza delle parole e la possibilità di trasformare tali parole in poesia. All’inizio, certo, ero solo un lettore. Oggi penso che la felicità di un lettore sia superiore a quella di uno scrittore, perché il lettore non ha problemi, non ha preoccupazioni: è lì, pronto per la felicità. E la felicità, quando si è lettori, è frequente.

da L’invenzione della poesia

Foto: Ferdinando Scianna, Jorge Luis Borges. Palermo 1984.

I commenti sono chiusi.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: