La biblioteca di un uomo

… una libreria rimanda anche a un desiderio: quello di partecipare alle storie che contiene e di chi le ha lette. Sta qui la differenza fra il “lettore” e il “possessore” di libri.

da Pagina 3, Radio3
Marco Filoni

«La biblioteca di un uomo è una specie di harem». 
(Ralph Waldo Emerson) 

“…nonostante viviamo un’epoca in cui è cambiato il modo di conservazione e di archiviazione del nostro sapere – sempre più digitale -, gli scaffali pieni di libri hanno ancora fascino e non solo utilità.
Basta pensare alla libreria “Billy” prodotta da Ikea che è diventata un indice finanziario usato da Bloomberg per misurare la crescita economica. 
C’è di più. Nelle file di libri sistemati uno dopo l’altro c’è qualcosa di sexy e di feticistico.

Anthony Dever nel 2009 si trovava in una libreria di seconda mano e, parlando con il proprietario, ebbe un’ idea: se avesse fotografato quegli scaffali mettendone le foto in rete, forse sarebbero state apprezzate come una sorta di “porno” dagli amanti dei libri. Il proprietario lo guardò perplesso, ma sbagliava. Anthony inaugurò davvero un blog con le fotografie delle più belle librerie e lo chiamò “Bookshelf Porn”. 

Da allora ha ricevuto foto da ogni parte del mondo e conta più di centomila visitatori al mese. Ha creato un “porno-scaffale” dove si ritrovano tutti i guardoni dei libri pervasi da un bizzarro senso di felicità. Per questo motivo quel termine, “porno”, non risulta inappropriato: restituisce in maniera cruda la nitida impressione di sensualità che i bibliofili hanno sempre avvertito ma che difficilmente hanno saputo spiegare.
Vedere una bella e ricca libreria può compiacere un senso estetico, certo: ce ne sono di stravaganti e ingegnose, oggetti d’arredamento quando non vere e proprie opere d’ arte… Ma una libreria rimanda anche a un desiderio: quello di partecipare alle storie che contiene e di chi le ha lette. Sta qui la differenza fra il “lettore” e il “possessore” di libri.” 

Immagine: Anselm Kiefer, The High Priestess, 1986-1989

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: