Normalmente do i titoli alla fine delle canzoni…

di Paolo Conte

… perché non ho mai voglia di darmi un argomento prima.

Le mie parole nascono sulla traccia di una musica e vengono piano piano, quando tre o quattro parole tra di loro cominciano a formare un’idea e danno un senso di una piccola storia.
In ‘Parigi’ protagonista è la pioggia e ci sono due amanti che si incontrano e rapidamente finiscono in un piccolo hotel complice e tutto si raccoglie nella frase ‘mentre tutto intorno è pioggia, pioggia, pioggia e Francia’.

Pubblicità

I commenti sono chiusi.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: